La prima fiera di promozione della filiera del grano duro siciliano

 A Palermo il 15 e 16 Dicembre 2018

Evento finanziato a valere dell’ Avviso pubblico per l’acquisizione di proposte progettuali promozionali finalizzate alla realizzazione di iniziative di sostegno e sviluppo dei sistemi produttivi regionali per l’anno 2018

Storia delle varietà locali

Negli anni 40 Ugo De Cillis, illustre studioso e ricercatore siciliano, ha effettuato una ricognizione del germoplasma presente sul territorio regionale, caratterizzando circa 40 accessioni (che oggi chiamiamo “antiche popolazioni” o varietà locali), identificate con i nomi più svariati: Tumminia, Russello, Ruscia, Perciasacchi, Margherito, Biancolilla, Vallelunga, Maiorca, ecc.
Queste “varietà locali” sono diffuse anche ai giorni nostri. La Tumminia (o Timilia) è nota per essere una delle materie prime per la produzione del Pane nero di Castelvetrano; gli sfarinati di Russello sono alla base per la preparazione del pane a pasta dura dell’area iblea (o pane scaniato) caratterizzato da una fitta e minuta alveolatura della mollica; il Perciasacchi invece, appartiene alla specie Triticum turanicum (un parente del Korashan meglio conosciuto come Kamut).
IMG_5492-copia_2
Le “varietà locali” di grano duro sono popolazioni rustiche che ben si adattano agli agro-ecosistemi siciliani e richiedono pertanto bassi input esterni nella coltivazione. La variabilità genetica di queste popolazioni contribuisce a contenere l’erosione genetica e a tutelare la biodiversità e la tipicità dell’agroalimentare siciliano.
A causa del basso indice di glutine e dei bassi valori di “W alveografico” gli sfarinati delle varietà locali di grano duro non sono facili da lavorare. L’impasto e la lievitazione dei prodotti da forno risultano “problematici” e richiedono una speciale abilità da parte degli operatori. Tali criticità rappresentano però una garanzia per il consumatore che, disponendo delle suddette informazioni, può premiare meglio il valore tradizionale, ambientale e salutistico di questi prodotti.
IMG_0690