La prima fiera di promozione della filiera del grano duro siciliano

 A Palermo il 15 e 16 Dicembre 2018

Evento finanziato a valere dell’ Avviso pubblico per l’acquisizione di proposte progettuali promozionali finalizzate alla realizzazione di iniziative di sostegno e sviluppo dei sistemi produttivi regionali per l’anno 2018

Le proprietà salutistiche del grano

Tutto un altro glutine

Le varietà locali (grani antichi) rispetto alle varietà moderne hanno lo stesso contenuto in proteine. Ciò che cambia è la qualità del glutine, che nelle “varietà locali” è meno elastico e meno tenace (basso indice di glutine e basso “W” alveografico). Questa peculiarità è una delle variabili studiate dai ricercatori per cercare di capire in che modo le varietà locali da conservazione possono essere consigliate ai soggetti che soffrono di “gluten sensitivity” (o “wheat sensitivity”), con disturbi nella digestione dei derivati dei cereali.

Basso indice glicemico

I prodotti del grano duro sono caratterizzati da un basso indice glicemico: sono cioè capaci di rilasciare gradualmente l’energia contenuta negli zuccheri complessi (amido), evitando così i picchi glicemici caratteristici dei derivati del grano tenero. Alcune indagini hanno individuato negli sfarinati integrali di grano duro siciliano una buona presenza di lignani (composti ad attività antitumorale) e una buona attività antiossidante residua.

Il grano siciliano è sano

Un’altra caratteristica generale del frumento duro coltivato e raccolto in Sicilia, è la elevata qualità igienico-sanitaria. Infatti il clima favorevole dell’isola e la bassa umidità della granella raccolta, proteggono il grano siciliano dalla contaminazione di muffe che producono micotossine. Le micotossine sono sostanze cancerogene che si possono riscontrare in lotti di cereali coltivati e raccolti in altre regioni con climi più umidi e piovosi.

L’importanza della fibra alimentare

I prodotti integrali del grano duro apportano fibra alimentare, necessaria per la tutela della nostra salute. Spesso i prodotti ottenuti con le varietà locali di frumento duro (tumminia, russello, perciasacchi, ecc.) sono realizzati a partire da sfarinati integrali ottenuti mediante molitura con macina a pietra. Questi sfarinati conservano pertanto tutte le frazioni cruscali più esterne del chicco ricche di fibra alimentare. Quest’ultima contribuisce a preservare la buona funzionalità dell’intestino e ci protegge dall’insorgenza di patologie cronico degenerative.